Home Primo Piano

Sfoglia il giornale

 

Maggio

Aprile

 

 

 

giornale delle giudicarie aprile 2014

Traduzioni e Comunicazione

Primo Piano
C’è nipote e nipote…
Scritto da Administrator   
Lunedì 10 Giugno 2013 05:29

C’è nipote, e nipote, è vero. Ma forse pochi hanno metabolizzato quanto in Italia, nel bene o nel male, siano importanti le nipoti. C’è Ruby: la nipote di Mubarak più famosa nel mondo. Celebre soprattutto per lo scandalo sessuale e i guai giudiziari che ha procurato, o meglio, che si è procurato il nostro ex Presidente del Consiglio Berlusconi. E c’è Benedetta. La nipote di Samorì. Arrivata agli onori delle cronache per aver, per così dire, agevolato l’ascesa a sottosegretario dell’unico rappresentante Trentino nel Governo Letta. Ruby Rubacuori, “maledetta” dal nostro grande e, per certi aspetti ridicolo, mecenate del gentil sesso, per i problemi che tutti conoscono. E Benedetta Samorì, nipote del leader del piccolo - ma evidentemente influente partitino del Mir -  strabenedetta dal sindaco di Bocenago Walter Ferrazza, per avergli propiziato un ingresso tanto repentino, quanto inaspettato, nella stanza dei bottoni del nuovo Governo. 

Leggi tutto...
 
Ferrazza: «Alle provinciali il Mir ci sarà»
Scritto da Ettore Zini   
Lunedì 10 Giugno 2013 05:27

Da un piccolo paesino di montagna all’auto blu. Un cambiamento che però non gli ha dato alla testa. Nei fine settimana è quasi sempre a Bocenago, dove ha dovuto rimodulare le responsabilità di Giunta che, in sua assenza, deve essere in grado di supplirlo. La carica di sindaco non ha nessuna intenzione di lasciarla. Dunque per il neo-sottosegretario la spola tra Roma e le Giudicarie è una via obbligata. Però, tra i suoi compaesani, è il “Walter” di sempre. E, al bar di fronte al Municipio, dove lo incontriamo, è tutta una stretta di mano e pacche sulla spalla. 

Leggi tutto...
 
Un giudicariese a Roma
Scritto da Administrator   
Lunedì 10 Giugno 2013 05:26

c’è anche un trentino, l’unico che, inaspettatamente, è riuscito ad entrare nella stanza dei bottoni. Non c’è l’ha fatta Lorenzo Dellai, ex presidente della provincia, ma Walter Ferrazza, sindaco di un piccolo centro della Rendena, si. Il primo a meravigliarsi è stato proprio lui. Non si aspettava, da neofita della politica nazionale, un balzo così importante. E soprattutto repentino. Che, dal suo Municipio, lo ha catapultato a Palazzo Chigi, dove già la sera della nomina ha giurato sulla Costituzione. 

Leggi tutto...
 
Giovanelli e Butterini: «Per la strada bisogna fare fronte comune»
Scritto da e.z.   
Lunedì 06 Maggio 2013 07:46

“Se non fosse stato per noi, probabilmente la strada sarebbe ancora chiusa”. Giorgio Butterini, sindaco di Condino e presidente del Bim del Chiese e Vigilio Giovanelli, sindaco di Storo, non ne fanno un mistero. E’solo per merito loro se l’interruzione della viabilità di accesso alle Giudicarie, proprio nel bel mezzo della stagione invernale,  è stata ripristinata a tempi brevi. E si deve a loro se quel conoide pericolante, all’altezza della Rocca di Anfo, sarà messo compiutamente in sicurezza. “Perché dicono, un conto è la politica degli enunciati, e un’altra è quella dei fatti”.

Leggi tutto...
 
Brescia dice a Trento: mantenete gli impegni
Scritto da e.z.   
Lunedì 06 Maggio 2013 07:45

Dove s’è spezzata quella linea diretta tra Provincia di Trento e quella di Brescia, così faticosamente costruita, in anni di paziente tessitura, sull’ammodernamento dell’ex Statale 237 del Caffaro? Prima era Trento a sollecitare accordi tra le due sponde. I collegamenti con gli impianti sciistici di Madonna di Campiglio e il turismo nostrano reclamavano strade celeri e sicure. E Trento si era detto disponibile a finanziare anche strade in territorio bresciano.

Oggi sono i nostri politici che si negano al telefono. In un silenzio – scrive il presidente della Provincia di Brescia Molgora – a dir poco assordante. L’argomento è appunto il collegamento viario tra le due Reg

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 26