Home Cultura Giovenche in sfilata Pinzolo

Sfoglia il giornale

 

Maggio

Aprile

 

 

 

giornale delle giudicarie aprile 2014

Traduzioni e Comunicazione

Giovenche in sfilata Pinzolo
Scritto da Alberta Voltolini   
Giovedì 08 Settembre 2011 20:38

Colorata, festosa, ritmata dalle note della Banda comunale, numerosa per mandrie, allevatori, figuranti e autorità presenti, infine  abbracciata da una folla incuriosita che ha assiepato le vie del paese per non perdersi l’atteso corteo, l’ultima domenica di agosto si è svolta a Pinzolo “Giovenche di Razza Rendena”, sfilata conclusiva della settimana dedicata agli allevatori e alle giovenche che in questi giorni di fine estate lasciano gli alpeggi per tornare nelle fattorie del fondovalle.

Dopo l’apertura all’insegna della rievocazione degli antichi mestieri e della dimostrazione della produzione del burro e del formaggio secondo le tecniche tradizionali, seguita da circa 3.000 spettatori, il corteo ha bissato, anzi superato, il successo di inizio settimana. Centocinquanta le giovenche, rigorosamente di Razza Rendena dal lucente mantello castano scuro, che hanno sfilato in rappresentanza delle numerose aziende agricole di Valle. In attesa dell’elezione della reginetta 2011: Selva 2 dell’azienda agricola di Mauro Polla.

“Per tutta la settimana – spiegano gli organizzatori – nelle strade di Pinzolo è stata allestita e molto seguita una mostra itinerante dedicata ai mestieri di una volta con relativa esposizione dei “fèr dal mistér” (gli strumenti del mestiere). Nell’antico rudere il profumo di fieno ha inebriato la mente, fatto affiorare il passato, memorie e ricordi da recuperare e riscoprire. Pinzolo è ritorna indietro nel tempo, riscoprendo storia, costumi, tradizioni, odori e sapori tipici della cultura contadina locale”. L’originale corsa campestre “Su e giù per le malghe”, con passaggi sulle malghe di Pinzolo e Giustino (Bandalors, Valagola e Cioca), animazioni in piazza, laboratori per bambini, incontri enogastronomici, musica, danze e tanto altro hanno arricchito la settimana fino al pomeriggio clou della domenica conclusiva.

La manifestazione, nata per celebrare l’agricoltura e l’allevamento come baluardo della presenza dell’uomo in  montagna, indispensabile alla cura del paesaggio e alla salvaguardia dell’ambiente, si è confermata, in quanto a spettacolarità e presenza di pubblico, evento particolarmente atteso e apprezzato sia dai turisti che dai residenti. È stato così premiato l’impegno organizzativo del Comune di Pinzolo e del Comitato apposito costituito dall’assessore comunale all’agricoltura Luciano Caola (presidente), dal sindaco William Bonomi, da Anita Binelli, che è responsabile del grandi eventi del Comune e da Mauro Povinelli. Il corteo, in particolare, è stato preparato e animato dal Comitato organizzatore con il contributo artistico del Filò da la Val Rendena e la collaborazione dell’Unione Allevatori di Valle.