Home

Sfoglia il giornale

 

Maggio

Aprile

 

 

 

giornale delle giudicarie aprile 2014

Traduzioni e Comunicazione

Riassetto delle case di riposo. Ne vale davvero la pena?

 

L’assessorato alla sanità provinciale ha presentato un disegno generale della fusione delle Rsa, senza entrare nei dettagli del funzionamento e dei costi. A farlo, invece, con una posizione molto critica, è stata invece Upipa, l’Unione Provinciale Istituzioni per l’Assistenza. Loro hanno provato a mettere i numeri a fianco alle azioni previste dagli accorpamenti proposti dall’assessorato, basandosi su aziende analoghe provinciali e sui costi, sulla governance e l’organizzazione attuale del sistema. 

Leggi tutto...
 
Partiti di maggioranza: sale la febbre da congresso

È inverno, ma la temperatura politica del gennaio trentino si annuncia piuttosto alta. In programma, nel cartellone delle prime settimane del 2016 ci sono infatti i congressi dei tre partiti che compongono la maggioranza di governo provinciale, Unione per il Trentino, Patt e Partito Democratico.

Leggi tutto...
 
Ospedale, occorre ancora lottare

 

Cosa sarà dell’ospedale di Tione? Non è una domanda nuova, ma dopo anni pare si sia arrivati davvero al punto nel quale, costretti dalle circostanze della riorganizzazione sanitaria e dei bilanci provinciali ridotti, una decisione sul futuro dell’ospedale non possa più essere rinviata. La sfida del territorio, è fare sì che sia una decisione condivisa con la Provincia e non subita. 

Leggi tutto...
 
Simboli e partiti

In questi giorni leggevo con un po’ di disgusto la continua rincorsa alla costituzione di nuovi partiti, nuovi simboli, nuovi gruppi politici che si preparano alle elezioni nazionali che Renzi dice di voler indire per il 2018, ma in molti prevedono già nell’autunno del prossimo anno. 

Leggi tutto...
 
Valzer di poltrone per Geas e Bim

Vi sono importanti novità negli assetti degli enti sovracomunali delle Giudicarie. Come sempre, al termine di una tornata elettorale delle comunali, cambiano diverse figure nei vari Cda delle partecipate dei comuni, o di quegli enti come il Bim che ne fanno le veci in forma di consorzio. Detto del Parco naturale Adamello Brenta (nelle pagine precedenti), e naturalmente della Comunità delle Giudicarie, sono stati altri gli enti che hanno cambiato o stanno cambiando vertici. A partire dall’Azienda servizi municipalizzati di Tione, alla cui presidenza, dopo i 5 anni di Roberto Tonezzer, è arrivato Daniele Bertaso, giovane ingegnere tionese che ha ben figurato nelle recenti elezioni comunali. Con lui nel Cda Matteo Ventura (vice), Carla Bertocci, Federica Carnessali e Franco Failoni. Asm è una municipalizzata molto importante per il comune, fornitrice di elettricità di propria produzione in tutte le abitazioni locali, oltreché di servizi idrici e di metano. 

Leggi tutto...
 
Cmv, importante accordo con Trentino Sviluppo

 

Nuove buone notizie per l’occupazione locale arrivano dal settore siderurgico, precisamente da Roncone. Il 15 ottobre i vertici della CMV Costruzioni Meccaniche Valentini spa hanno sottoscritto con il vicepresidente della Provincia autonoma di Trento Alessandro Olivi un accordo che dà sostegno al piano di crescita dell’azienda costruttrice di impianti siderurgici, consolidando una significativa rete locale di imprese dell’indotto. Presenti alla firma anche il consigliere delegato di Trentino Sviluppo Sergio Anzelini, il sindaco di Roncone Erminio Rizzonelli e Paolo Cagol, delegato della Fim-Cisl. 

Leggi tutto...
 
UE verso un tunnel pericoloso

La recente forte affermazione elettorale in Polonia di forze politiche rigidamente conservatrici ed antieuropeiste rendono ancora più buio il già offuscato tunnel nel quale viaggia l’Unione europea. Dopo i risultati elettorali delle scorse settimane in Catalogna, il rafforzamento di un gruppo parlamentare europeo che ha come obiettivo l’indebolimento, se non addirittura una fine Titanic di quel grande progetto europeo che con lungimiranza fu avviato dai padri fondatori dopo il Secondo conflitto mondiale e l’atteggiamento di alcuni Paesi europei i quali, come l’Ungheria, di fronte al problema migratorio si chiudono in se stessi alimentando sentimenti nazionalisti, vi sono seri motivi di preoccupazione per il futuro delle nuove generazioni in Europa. 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 96